Milano EXPO 2015

Concorsi

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/6

Il masterplan ideato per l’EXPO2015 e le immagini ad esso connesse suggeriscono l’idea di un luogo agricolo antropizzato, un sito in cui il grande flusso di visitatori possa leggere le differenti culture agricole, possa fruire delle varie culture culinarie, trovando nel suo percorso strutture di servizio che soddisfino i suoi bisogni primari: servizi igienici, sicurezza, informazione, logistica, sosta, alimentazione, commercio. Il materiale di facciata deve appartenere il più possibile al mondo della natura, alle immagini che vengono evocate quando si pensa ad una campagna, come ad esempio un legno naturale con aperture differenziate e con un ritmo diverso per ogni funzione: aperto verso la natura per i servizi di ristorazione e caffetteria, schermato e ventilato per i servizi igienici, tecnico per le zone uffici, porticato per il commercio. Visibilità e riconoscibilità sono le caratteristiche inconfutabili dell'edificio di servizi: il visitatore non deve confondersi, cercare, chiedere indicazioni, al contrario l'edificio diventa l'elemento ripetitivo ed ordinatore degli spazi. Il progetto nasce per poter soddisfare la rapidità di messa in opera del manufatto. Il modulo base viene costruito ed assemblato in fabbrica, completo di impiantistica, secondo le caratteristiche progettuali. Successivamente numerato e caricato su gomma, quindi portato in cantiere, posizionato seguendo lo schema costruttivo.