Housing sociale

Bioarchitettura

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/5

Il progetto sfrutta una possibile vocazione per l’area di centro civico, organizzato lungo un percorso pedonale centrale e trasversale all’area, che sia in grado di collegare le funzioni residenziali, i servizi alla residenza ed i servizi pubblici, costituendo una sorta di piazza /percorso sulla quale vita privata e pubblica si intrecciano naturalmente. La fruibilità è il focus del progetto: non vi sono barriere ne’ architettoniche ne’ sociali, la distinzione tra pubblico e privato avviene attraverso filtri permeabili ed utilizzabili sia dai residenti che dai visitatori.  Solo l’accesso agli androni e ai servizi della residenza avrà forme usuali di salvaguardia, mentre il verde, gli orti, il parco giochi per i bambini saranno protetti solo dal senso civico degli utenti. Gli edifici destinati alla residenza hanno un impianto funzionale che accorpa due volumi di cinque piani fuori terra ed un piano interrato ad uso garage, cantine, locali tecnici, con un edificio destinato ai collegamenti verticali nel quale sono contenuti anche i servizi richiesti. L’idea guida nella composizione dell’aspetto esterno del complesso è stata quella di ottenere un effetto rassicurante e duraturo nel tempo, dove anche con bassa manutenzione fosse possibile mantenere l’aspetto iniziale per lunghi anni, cotto, porfido e muro intonacato sono pertanto i materiali base integrati nelle zone verdi dal legno che è presente in pergole e camminamenti.